La stagione dei sandali



È arrivata la stagione dei sandali, che per i piedi più fortunati significa starsene comodamente stravaccati in comode ciabattine, per quelli più sfortunati (come i miei) significa continuare a soffrire sui medesimi tacchi 12 resi ancora più instabili dall’assenza di una scarpa che li sostenga e strizzati in cinturini di cuoio che hanno l’aderenza di lacci emostatici.
Ma è bene che il piede si rassegni ad un destino segnato da un’artrite reumatoide precoce, il problema ora è un altro, come fare per rendere decente un piede che ha vissuto un intero inverno dentro stivali con plateau?
La prima mossa a mio avviso e renderlo femminile dando un tocco di smalto alle unghie.
Io l’ho scelto nei toni del rosso, il ciliegia e il fragola, e lo utilizzerò almeno fin quando il piede non sarà leggermente abbronzato. In questa fase eviterò il rouge noir, che farebbe apparire i miei piedi, già brutti di loro, come quelli di un cadavere.

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter