Olivia, gatta grigia


Il mio gattone Domenico mi aveva lasciata da quasi tre anni quando, lo scorso 10 Ottobre, ho portato a casa Olivia, gatta grigia.
C’è stato un preciso momento in cui ho capito che avevo elaborato il lutto, che ero pronta ad affezionarmi di nuovo ad un animaletto e, da quell’istante, ho comincaito a cercare.
Quando ho comunicato la decisione – irrevocabile – della nuova adozione, fidanzato, genitori, amici, colleghi e parenti si sono uniti in un’acre (ma inutile) lotta contro Olivia, gatta grigia.
Non sei mai a casa.
Te la distruggerà, la casa.
Non è adatta, la nuova casa.
Una gatta in casa?
Magari non le piacerà, la casa.
Povera casa!
“Non ti curar di loro ma guarda e passa”.

Ho trovato Olivia, gatta grigia, descritta su un annuncio dal titolo “Regalo mici” che riportava una sua piccola immagine e, dopo poche settimane, sono andata a prendermela, in un’autunnale giornata di pioggia.

A Olivia, gatta grigia, non deve piacere molto la casa in cui l’ho fatta accomodare, in effetti, perchè l’ha devastata.

Il parquet è ormai un’opera astratta, dato che le sue unghie scivolano come pattini sul pavimento, che però è di legno e non di ghiaccio, le soffici e omogenee tende bianche sono diventate candide listarelle e i tappeti stanno subendo una vera e propria trasfigurazione di ricamo.

Ha divorato cavi, schiantato vasi, brucato piante e uncinato scialli, ma va bene così.

Vivo in simbiosi con Olivia, gatta grigia.
Mangiamo assieme, dormiamo vicine, ci accovacciamo in divano una sopra l’altra e ci piace lisciarci la chioma appena sveglie.
Trovo che Olivia, gatta grigia, sia molto simile a me: mangia a tutte le ore, ma non ingrassa mai, concede a pochi le sue fusa, ama i cani e adora il Parmigiano Reggiano.

Per festeggiare il suo primo anno a casa, le ho regalato un topo di peluche. Ancora prima di acquistarlo, sapevo benissimo che non lo avrebbe mai degnato di uno sguardo, ma l’ho comprato comunque perchè ha il manto del suo stesso identico colore.
Un topo grigio Olivia, non un topo grigio topo.

Olivia è una gatta di classe, se non si era capito fino a qui.
L’anno prossimo, quando sarà più grande e avrà la patente, le donerò un trasportino come questi, di charme e adatto al suo nobile atteggiarsi.
Invece, non le regalerò più soffici ceste cuscinate in cui dormire perchè Olivia, gatta grigia, desidera riposare solamente tra lenzuola raso cotone Frette e coperte di puro cachemire.

Juicy Couture, immagine da: Discountjuicycouture.org
Alviero Martini, immagine da: Myluxury.it
Louis Vuitton, immagine da:  Vuitton.com
Ugg, immagine da: Ellegirl.elle.com

Eva

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter