CultureRacconti

La prima volta che ti ho visto

posted by ady 5 Maggio 2011 19 Comments

Ci sono storie che racconterai mille e una volta ed ogni volta in maniera diversa. L’arricchirai di particolari, nuovi, dimenticati, riemersi dal passato.

Quando ti vidi la prima volta pensai che fossi brutto.
Quando ti vidi la prima volta pensai che fossi la creatura più bella sulla faccia della terra.
Quando ti vidi la prima volta pensai che per quanti sforzi io potessi fare non mi saresti mai realmente appartenuto.
Quando ti vidi la prima volta pensai che saresti stato solo ed eternamente mio.

Per quanto possa apparire contraddittorio, ogni volta racconterai l’assoluta verità, perché in fondo…

Quando ti vidi la prima volta provai tutto questo ed altre mille emozioni.

Ai miei uomini.

immagini via Vogue 2008 Natalia Vodionova e la sua famiglia fotografati da Mario Testino

You may also like

19 Comments

Pupottina 5 Maggio 2011 at 12:40 pm

io la prima volta lo trovai antipatico 😉
poi mi innamorai di lui…

Reply
Pupottina 5 Maggio 2011 at 12:46 pm

ce l’ho da almeno 3 anni … e solitamente la pubblico il giovedì anche se per un paio di mesi avevo sospeso un po’ per la pausa e un po’ in favore di altro….

Reply
giardigno65 5 Maggio 2011 at 12:59 pm


Nessuno c’è chi sostiene
L’emozione della prima volta,
È emozione di più.
Tema mistura e passione
Non penta mai.
I sentimenti saltano agli occhi,
Le parole escono interrotto.
Lui/lei sembra che il mondo intero
Lui/lei scoprirà quel peccato.
Ma con così molto amore come questo,
Con certezza noi saremo perdonati.
Rafael do Nascimento Monteiro

ma quanti erano ?
🙂

Reply
Eva 5 Maggio 2011 at 1:08 pm

Oggi non ho nulla da commentare leggendo un pensiero così bello.
Qualunque parola non servirebbe ad arricchirlo. È già pieno di tutto.

Reply
Fer 5 Maggio 2011 at 1:25 pm

Mi hai commosso…
Abbraccio!

Reply
Alexis 5 Maggio 2011 at 1:29 pm

Tesoro… che post dolcissimo. La prima volta che l’ho visto l’ho trovato antipaticissimo, pesante e pieno di sè. Poi… mi ha cambiato la vita.

Reply
momben.com 5 Maggio 2011 at 3:21 pm

Carissima Ady,
oggi ti invidio moltissimo perché anche a me piacerebbe trovare parole così giuste per descrivere i miei sentimanti e da dedicare ai miei uomini.
Invece non lo so fare.
un abbraccio
momben.com

Reply
Irony 5 Maggio 2011 at 3:56 pm

…la prima volta che l’ho visto…ho pensato fosse gay.

Reply
Angela 5 Maggio 2011 at 5:04 pm

mille emozioni… 🙂

Reply
Raffaella 5 Maggio 2011 at 8:00 pm

sei una vera poetessa…

Reply
Antonia 5 Maggio 2011 at 8:48 pm

Posso non scrivere nulla questa volta? E’ talmente perfetto che non saprei come commentarlo.

Un sorriso. Antonia.

Ps: però, a pensarci, la prima volta che lo vidi pensai: “Quant’è brutto, e quanto è antipatico. Poverino, non avrai mai una fidanzata in vita sua”. Dopo un mese ne ero innamorata persa. E dopo sei piangevo disperata perché mi aveva mollata. Ma, tutto sommato, è piacevole ricordarli certi momenti.

Reply
Mariette 6 Maggio 2011 at 5:52 am

Cara Ady,

Questo post mi dà la sensazione di farfalle nello stomaco … Ma c’è voluto del tempo prima che più venuto. Infatti le emozioni crescono in qualcosa che difficilmente può descrivere!
Descritte dulce.

Cari saluti,

Mariette

Reply
Colores 6 Maggio 2011 at 8:23 am

Bravaaaaaaaaaaaaa che bella dichiarazione d´amore da una mamma 110 e lode!!! besotes!!

Reply
Laura 6 Maggio 2011 at 1:30 pm

Mi sono emozionata…Ady….
Laura@RicevereconStile

Reply
Valentina 6 Maggio 2011 at 4:22 pm

Tutto ed il suo contrario: pienezza di un sentimento chiamato amore!
Anche se: la prima volta che ho visto il padre di mio figlio ho pensato: mai più appuntamenti al buio, ‘sto qua pare un delinquente.
La prima volta che ho visto mio figlio: una creatura così bella non avrei mai potuto sognarla. Decisamente il mio è un cuore di mamma… : )

Reply
Felinità 6 Maggio 2011 at 6:27 pm

Semplicemente splendido ! Miaaaooooùùùùùùùù

Reply
clau 6 Maggio 2011 at 10:42 pm

mammamia che bello!!!Che parole incantevoli ed emozionanti!Bravissima!

Reply
Maddalena 7 Maggio 2011 at 10:38 am

lovely!

Reply
L'armadio del delitto 9 Maggio 2011 at 12:10 pm

E’ così vero!

Reply

Leave a Comment