Donne da gustare

2

1

3

4

6

Non vuole essere divorata e neppure fatta sciogliere.
La donna spring summer 2013 di Kristina Ti vuole essere gustata.
Conduce una femminilità alleggerita di ingredienti troppo leziosi che ne hanno reso stucchevole il sapore negli anni e non gocciola in uno stile che non le appartiene, troppo asciutto e maschile, a rischio caduta dentro coni ruvidi e sgraziati.

Porta a spasso colori neutri, cremosi e avvolgenti, quelli che hanno il sapore del bianco latte sullo sfondo, componente principale che può talvolta mescolarsi a gradazioni più intense, per assicurarsi di essere guardata, ma non ammirata, condita e non coperta.

Non è cioccolato nerissimo, non è fragola eccentrica, non è troppo uomo, non è solo donna.
È equilibrata come la pallina allo zabaione della cremeria sotto casa: né piatta come l’industriale, né in polvere come il finto artigianale.

5

7

9

8

10

Immagini da:
Bread & Olives
Followpix
juno harpoon
MarieClaire
Modern Hepburn
StyleBistro
Sweetmontana
The Messes of Men
VeraClasse

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter