CultureLibri

Leggi e calza n. 4

posted by ady 3 Ottobre 2013 10 Comments


1_

“Lolita, luce della mia vita, fuoco dei miei lombi. Mio peccato, anima mia. Lo-li-ta: la punta della lingua compie un breve viaggio di tre passi sul palato per andare a bussare, al terzo, contro i denti. Lo-li-ta. Era Lo, null’altro che Lo, al mattino, diritta nella sua statura di un metro e cinquantotto, con un calzino soltanto. Era Lola in pantaloni. Era Dolly a scuola. Era Dolores sulla linea punteggiata dei documenti. Ma nelle mie braccia fu sempre Lolita.”

Ci sono personaggi femminili che sfuggono persino dalle pagine dei libri che li hanno raccontati, che vivono di vita propria, che diventano simboli di qualcosa che va oltre ciò che è stato scritto, che giunge dove non è mai stato letto.

Lolita, il conturbante personaggio femminile creato dal genio narrativo di Vladimir Vladimirovič Nabokov, sfugge alle definizioni.
Un’ingenua ragazzina di provincia, una scaltra donna-bambina.
Sfugge al genere, che è un giallo, un thriller, un romanzo d’amore.
Sfugge nella trama del libro, anzi scappa, in un’ America assurda e dissoluta. Non la si può non immaginare con ai piedi le scarpe più eccentriche che la moda ci abbia regalato negli ultimi anni, Lady Dragon Shoes, nate dal genio creativo e trasgressivo di Vivienne Westwood.

Il libro:
Lolita di Vladimir Vladimirovič Nabokov 1955.
Pagine: 400 circa.
Edizioni Mondadori 1966.

Le scarpe:Lady Dragon Shoes di Vivienne Westwood.

You may also like

10 Comments

Fabiola 3 Ottobre 2013 at 3:31 pm

Mi sa che le indosserebbe proprio volentieri quelle scarpe! E non dispiacerebbero anche a me! 😉 Baci
Fabiola

wildflower girl
Facebook page

Reply
Bri 3 Ottobre 2013 at 6:21 pm

che sia arrivato il momento di leggerlo?

Reply
Titti 4 Ottobre 2013 at 12:56 pm

Mi ero persa, non vedevo più gli aggiornamenti. Ora sono in credito di letture stupende, grazie cara!

Titti

http://dellaclasseedialtremusiche.blogspot.it
http://www.mammecoitacchiaspillo.it

Reply
Lilli 4 Ottobre 2013 at 3:01 pm

Ciao Ady! Il libro non l’ho mai letto anche se ne conosco la storia, però ti posso dire che adoro quelle scarpe, davvero tra le più eccentriche della storia della moda. Buon fine settimana, un bacione!

Reply
e il basilico 4 Ottobre 2013 at 3:55 pm

Ciao cara, è da un sacco che non bazzico per i blog, ultimamente ho un tante cose per la testa e tra pochissimi giorni nascerà la mia bimba, quindi chissà se avrò ancora tempo per passare a salutarti. Vedo che sei sempre al top come solito. un abbraccio. eleonora
https://eilbasilico.blogspot.it/

Reply
sfiziesfarzimoda.blogspot.com 5 Ottobre 2013 at 8:42 pm

Lo voglioooooo ma chissà se avrò tempo per leggerlo. Buon weekend Marcella

Reply
Manuela 6 Ottobre 2013 at 2:57 pm

Rilancio con L’Amante. Da leggere, non da vedere.

Reply
Vale 6 Ottobre 2013 at 6:18 pm

Ho letto il libro, splendido il tuo post e la scarpa è…molto calzante rispetto al libro ! 😉 Baci

Fashion and Cookies

Reply
Sara 9 Ottobre 2013 at 11:49 pm

scarpe da indossare con ironia!

Reply

Leave a Comment