CultureLibri

Leggi e calza n. 12

posted by ady 2 settembre 2014 11 Comments


lettere d'amore

Un libro che non c’era ed è stato necessario inventare, un felice epilogo per un’estate che avrà generato tanti amori che potrebbero giovarsi del suggerimento che intendiamo dare:
scrivetegli una lettera, rispolverate l’antica arte di corteggiare.

Ve lo ricordate voi il romanticismo?
Senza andare troppo indietro con la mente vi basterà ripensare ad un ragazzo con un foglio e una biro e una lettera pronta da imbucare.

Perchè una e-mail non sarà mai uguale ad una carta d’amalfi scritta fitta, fitta con inchiostro blu.

Lettere d’amore di uomini illustri va considerato come un ripasso fondamentale di cosa significasse un tempo “AMARE”.

Da Plinio il Giovane a Mozart, da Napoleone a Byron, l’epistolario d’amore lanciato da Sex and the city e la frase che salva il film e genera l’ossessione per il libro che non esisteva: «Eternamente tuo, eternamente mia, eternamente nostri (Ludwig van Beethoven)».

È stato semplice per noi immaginare quale potrebbe essere la scarpa che calzerebbe oggi una qualsiasi delle destinatarie delle tormentate lettere, di certo sarebbe una scarpetta da ballerina, perchè certe parole devono farti necessariamente volteggiare, ma in chiave moderna e avanguardista come quelle create da Melissa.

“Mi sveglio colmo di te. Il tuo ritratto e il ricordo dell’inebriante serata di ieri non hanno concesso riposo ai miei sensi.Dolce e incomparabile Josephine, che strano effetto voi fate sul mio cuore! Siete adirata? Siete triste? Siete inquieta? L’animo mi si spezza dal dolore,e non v’è tregua per il vostro amico… Ma ve n’è ancora meno per me quando, consegnandovi al sentimento profondo che mi domina, attingo dalle vostre labbra, dal vostro cuore,la fiamma che mi arde. Questa notte ho capito pienamente che voi non siete il vostro ritratto! Tu parti a mezzogiorno, ti vedrò fra tre ore. Nell’attesa, mio dolce amor, accogli un migliaio di baci; ma non restituirmeli, poiché il mio sangue ne brucerebbe”. 

B.P ore 7 del mattino – 1795

Il libro: Love letters of great men
le scarpe: Melissa Ballet III

You may also like

11 Comments

Letizia 2 settembre 2014 at 5:04 pm

Usanza oramai perduta.

Reply
Francesca Romana Capizzi 2 settembre 2014 at 10:37 pm

Io penso che lo leggerò, il romanticismo l’ho davvero dimenticato!
Don’t Call Me Fashion Blogger
Facebook
Bloglovin’

Reply
kylie 3 settembre 2014 at 7:53 am

Magari!

Buona giornata!

Reply
gloriadressup 3 settembre 2014 at 1:31 pm

solo a leggere il post mi son ritrovata persa con gli occhi sognanti…troppo romantica?!
buona giornata ciao gloria
http://www.gloriadressup.com

Reply
Ilaria 3 settembre 2014 at 2:26 pm

siete sempre una fantastica fonte di ispirazione!

http://www.nonsidicepiacere.it

Reply
mary 3 settembre 2014 at 3:13 pm Reply
tr3ndygirl 3 settembre 2014 at 3:41 pm

molto molto interessante,ottima opinione
buon mercoledì
https://tr3ndygirl.com
un bacione

Reply
Dania 3 settembre 2014 at 4:43 pm

Secondo me oggigiorno il romanticismo si è tanto, troppo perso.
Baci

NEW POST

http://www.angelswearheels.com

Reply
chiaweb 3 settembre 2014 at 6:53 pm

una carica di romanticismo non fa mai male!
Chiara ~ CHIAWEB.it
follow me on Instagram

Reply
Francesca 3 settembre 2014 at 9:58 pm

Penso che sia un libro da far leggere a mooolti uomini.
Il romanticismo ahimè è diventato difficilissimo da incontrare.

amemipiacecosi.blogspot.com
Follow me on Facebook
Bloglovin

Reply
alice 4 settembre 2014 at 5:55 pm

Adorabile!

C’è un nuovo OUTFIT online, cosa ne pensi?

BABYWHATSUP.COM, ti aspetto!

Reply

Leave a Comment