CogitoCulture

Scarta, calza e gusta

posted by eva e ady 17 Ottobre 2014 0 comments

dietorelle-e-scarpe-valentino

Anche se non sempre ne abbiamo bisogno oggettivo, e ne siamo consapevoli, ci sono cose che continuiamo prima a comprare, poi a scartare, infine gustare e agitare sulla punta di un piede, o su quella della lingua, perché ci fanno un gran bene.

Sono quelle cose in grado di donarci un momento che, più che dolce o glam, deve essere candy. Non stiamo parlando né di caramelle che servono a mascherare la fame, né di scarpe che coprono un piede, ma di una caramella o una scarpa capaci di attivare in un attimo una #svoltadipiacere.

Noi lo sappiamo bene a cosa ci riferiamo. Per capirlo, pensate a tutte le volte che ci avete incontrato tra il parcheggio e l’ufficio con un sacchetto e una scarpa fuori programma dentro, magari di vernice e stringata di sola fantasia, oppure quando ci avete notato allungare la mano dal tabaccaio mentre facevamo nostra una Dietorella alla fragola senza alcun rimorso.
Perché sia pure che restiamo senza latte nel frigo e senza collant da ufficio nel cassetto, ma sia mai che ci venga a mancare un plus di brio da caviglia e un minuto di euforica libidine da palato.

Continuiamo a scartare, calzare e gustare perché la vita è come una scarpiera o una borsetta: non solo bisogni da assolvere, anche piaceri da vivere.
Non solo scarpe nere col tacco, anche punte di raso rosso.
Non solo mentine color ghiaccio, anche morbida fragola.

.

You may also like

Leave a Comment