Brezze di seta




È indiscutibilmente marzo il mese della camicia sventolata da nastri.

Per colli che vorrebbero darsi delle arie ma sono ancora incerti, estenuati da lupetti stantii, ma prematuri per magliette in aperta corrente.

Permettono slacciatura laterale nelle tiepide ore pomeridiane e subitanea arricciatura al calar della sera, garantendo riciclo di pelle e umore ed evitando di raffreddare troppo l’ambiente circostante.
Sono strumenti di brezza setata che preparano a fibre di vento.

Non mi direte che le tende già le scostate alle spalle della finestra?
Secondo me al massimo le allentate dopo pranzo.



Immagini da:
Crushculdesac.tumblr.com
Encoreuneminute.tumblr.com
Infinitebeginningx.tumblr.com
Wishflowers.tumblr.com

20 commenti su “Brezze di seta”

  1. A me le camicette leggere sono sempre piaciute, le trovo molto femminili, peccato che quelle che piacciono a me siano quasi sempre semi-trasparenti, e l’effetto reggiseno-a-vista non è proprio tra i miei preferiti… XD

  2. Voglio venire da te così come vedo questi altri me,
    presentarmi ai tuoi occhi scalzo, nudo e disponibile.
    Ed invece metto solo una camicia bianca
    bella, profumata e non allacciata
    per sentire la eccitante sensazione di essere spogliato.

  3. …quella bianca, trasparente, lievemente plissè te/me la vedrei benissimo addosso…meravigliosa Eva, come sempre. baci Ady

  4. Peccato che ci aspetta per settimana prossima un’ondata di freddo ma, io all’ebbrezza della blusa in seta non ci rinuncio, soprattutto dopo aver letto questo post. Bacione Marcy

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Shopping Cart
Torna su