Diamoci un taglio

A volte noi donne siamo così ostinate.
Perseveriamo nel credere in una storia d’amore completamente sbagliata.
Insistiamo nel percorrere strade tortuose.
Continuiamo a svolgere un lavoro che non ci gratifica.
A volte bisognerebbe trovare la forza di darci un taglio.
A volte il primo sintomo del rinnovamento passa attraverso il nostro aspetto fisico.
Con ostinazione, portiamo ancora la stessa pettinatura di quando eravamo al liceo, chioma troppo lunga, troppo incolta, troppo giovanile.
Quale sarebbe la giusta misura, la lunghezza ideale, il taglio perfetto per una donna che voglia dare una nuova idea di sé?
Innamorata da sempre del carrè, che sia lungo o corto, dritto o asimmetrico, ondulato o completamente liscio, con la frangia o senza, mi sento pronta a dare un taglio al passato… e sento che sarà solo l’inizio del mio rinnovamento.

19 commenti su “Diamoci un taglio”

  1. Mi piace molto anche il make up dei primi due look!

    Nel 2006 ho fatto il famoso colpo di testa e ho tagliato i ricci a meno di un cm, forse a mezzo…

    me lo sono proprio sentito venire dalla pancia, poi i ricci sono ricresciuti, dopo che avevo assorbito il cambiamento della mia vita

  2. Questo post l’hai scritto per me, ammettilo?
    Mi sei entrata nel cervello e zac!, partorito!
    Comunque è così, i nostri capelli sono la manifestazione esteriore del personale perseverare/ abbandonare interiore!

  3. perfettamente d’accordo con te… io poi sono una maestra nel rimandare, procastinare ecc. ecc…

    fino a qualche mese fa avevo i capelli molto lunghi poi, incoraggiata anche da qualche doppia punta di troppo ci ho dato un taglio… gli ho tagliati proprio come quelli di olivia palermo…

    vuoi sapere cosa voglio ora??? i miei capelli super lunghi… per la serie, noi donne non ci accontentiamo mai! 😛

    Angela

  4. Allora…Io più che nel taglio, credo nella colorazione. La cosa più divertente? Notare che la gente,estranei e non, quando sono bionda, è un goccino più ben disposta (…donne comprese…).
    Mi da sempre da pensare.
    E da sorridere…

  5. due anni fa per natale ho dato un taglio nettissimo alla mia lunga chioma arrivando subito sotto le orecchie, maledetta me!

    però quello che hai postato è un bellissimo taglio

  6. C’è stato un periodo della mia vita, specie nell’ultimo anno, in cui sognavo praticamente ogni notte ( e la cosa mi inquietava non poco ) di tagliere i capelli o di cambiarne il colore. Io ho capelli lunghi e ricci, e nei sogni immaginavo tagli estremi, cortissimi, e colori forti, come il rosso vivo.
    Quel periodo della mia vita è stato una vera e propria transizione emotiva. Di crescita e cambiamento. Ad ottobre, dopo sette anni che nessun parrucchiere toccava i miei capelli, ho preso coraggio, e li ho tagliati. Non drasticamente, ma sicuramente in misura evidente rispetto ai miei standard.
    Ed ho scoperto che non solo mi stavano benissimo, e che la qualità del capello era migliorata nettamente, ma che quel taglio fisico ne aveva rappresentato anche uno emotivo. Non a caso, nell’ultimo anni, sono cambiata, migliorata e cresciuta moltissimo. E, dopo quel giorno, non ho più fatto quel sogno.

    Un sorriso. Antonia.

  7. Sai Ady, anch’io sto mettendo in atto un lento cammino di cambiamenti , piccoli passi ma decisi ….. però i capelli no non li taglio !
    un bacio miaooooooooooo

  8. Io voglio darci un taglio, voglio dare alla mia vita un cambio netto di direzione. Il problema è che, anche se lo voglio, i frutti del cambiamento ancora non si vedono. Fosse veloce e semplice come andare dal parrucchiere!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Shopping Cart
Torna su