Il nero addosso






Ci sono giornate in cui l’unica alternativa possibile sembra il nero.

Vorresti avere cinque cabine armadio di soli abiti, scarpe, collant e berretti neri.

Se solo avessi un quarto d’ora che avanza, ti spalmeresti smalto pece su tutte le unghie e magari, più o meno involontariamente, faresti scivolare il pennellino fino ai polsi, anzi no, fino ai gomiti.

Sorseggeresti nero caffè e, nel mentre, opteresti per seta nerissima. Seta, non cotone, perchè il cotone è meno intenso, tende già a una gradazione più lieve.

Usciresti di casa maledendo il giorno in cui hai acquistato un’auto grigia con interni biscotto perchè percepiresti all’istante come ti rinfrancherebbe aprire una maniglia metalizzata petrolio e appoggiare le tue natiche su sedili d’ebano.

Un giorno di scialle corvino in ufficio e risotto al nero di seppia a pranzo.
Ore di Times New Roman automatico, licantrope, fondenti e per lavaggi dei capi scuri.

Ci sono momenti in cui ti senti di portare il lutto, anche se non è morto nessuno, ma il nero ti comprende, ti coccola con la sua durezza, ti compiace con la sua austerità.

Attimi che sembrano anni, anni che sembrano attimi.

E il nero fa bene, è un non colore, privo di significati, silenzioso, poco impertinente.

Il nero tace, semplicemente accompagnando.



Immagini da:

Modernhepburn.tumblr.com

39 commenti su “Il nero addosso”

  1. Il sito Privalia mi aveva chiesto in un’intervista qual’era il colore che più uso. Ho risposto “Il blu e per me quello che per il resto del mondo è il nero”. Non mi piace su di me, lo trovi tristanzolo come dice mia madre ma queste foto sono meraviliose. Soprattutto la donna con il cappello in mezzo al labirinto di siepi. Davvero stupenda!

    Lollo

  2. il nero è seduzione ed eleganza nello stesso tempo, in più sfina, cosa si può chiedere di più a un colore non colore??? Ecco, magari un bel capello biondo come quello della penultima foto: starei da Dio col nero addosso!

  3. hai elencato i motivi per cui il mio armadio d’inverno sembra andare in “lutto nazionale” 🙂 ma è cosi, io lo adoro. Nessun altro colore è cosi intensamente avido e intimo.
    Norah.

  4. Hai scelto delle bellissime immagini per accompagnare le tue belle parole.
    Complimenti!

    Mi ritrovo moltissimo nel testo, molte parti avrei potuto scriverle io, proprio in quei giorni in cui il nero diventa quasi una divisa e non una scelta.

  5. Io penso ci sia un modo di portarlo. Ed è quello di dimenticare di averlo addosso..di dimenticare l’allure che crea, il senso di eleganza immediata. Il nero si vive, non si indossa. Secondo me.

  6. L’ho amato molto, ma adesso non lo indosso più volentieri. Sarà che ho i capelli scuri e la pelle chiara, ma mi sembra che mi dia un’aria malaticcia.
    Comunque da quando scelto di calibrare in miei acquisti in modo etico ed ecologico..praticamente non mi sono più comperata vestiti. Del resto a 40 anni è meglio investire in cosmetici di alta qualità!
    un bacio!
    Sara

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Shopping Cart
Torna su