Una indimenticabile capigliatura

Ultima fermata della moda,

capolinea di tutte le tendenze,
chiome dipinte nelle tonalità dell’evidenziatore, ciocche che sfuggono all’oblio della memoria quasi temessero di essere dimenticate.
Non occorre essere punk o fuori di testa, un’algida insegnante di matematica, una temibile P.M, una rigorosa segretaria, possono regalarsi un tocco di brio colorando anche solo una ciocca, che civettuola spunta dal resto della capigliatura nei toni del giallo, dell’arancio del fucsia o del verde.
 Le frasi più significative di libri che ho letto, i capoversi più ostici di quelli più noiosi, non sarebbero penetrati così a fondo nella mia anima se non li avessi sottratti, con una linea colorata alla monotonia del  bianco e nero.
Per rimanergli impressa nella memoria, per regalarsi un tocco di straordinaria stravaganza,

colorarsi le punte, schiarirsi parte della frangia è l’ultima cosa da fare prima di andare in vacanza.

13 commenti su “Una indimenticabile capigliatura”

  1. Eh che dire io ho già acquistato una parrucca caschetto colore bluette che vorrei indossare per il compleanno di un mio amico; però quasi quasi qualche ciocca come l’ultima foto potrei farmela, anch’io voglio lasciare il segno…Baci Marcella

    Ps: A proposito dei cani sì Ady sono miei hanno due anni e si chiamano Cuba e Carlotta adorabili !!!

  2. Io invece adoro il rosso,un bel rosso acceso,passionale e travolgente,uno di quei rossi indimenticabili , ne ho parlato al mio parrucchiere e forse un giorno ” questa follia ” la farò chissà!Magari potrei cominciare con uno spruzzo di colore come suggerisci , sulle punte,sul ciuffo o magari una ciocca,in fondo è vero , la vita è meglio guardarla a colori!
    Baci

  3. A me piacciono molto.. anche se non so se avrei il coraggio di farmelo così, i miei adorati capelli! Però ho optato per le ciocche bionde chiare a contrasto, una buona via di mezzo per questa tendenza estrema!
    Baci
    Ire

  4. Eh bhè … quando sfondiamo una porta aperta!! Non so se ricordi, ma al Sanremo di molti anni fa, vinse Annalisa Minetti, e si presentò sul palcoscenico con i capelli tinti, da un lato, come il manto di un leopardo. Aveva i capelli leopardati, letteralmente. Il giorno dopo, andai dal parrucchiere e lo obbligai a fare la stessa cosa!! Avevo meno di 13 anni, forse oggi non lo rifarei, era veramente eccessivo, ma fu molto, molto divertente!!

    Un sorriso. Antonia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Shopping Cart
Torna su