Ad odor del vero


Puoi chiedermi tutto…

L’indirizzo di quella boutique che toglie spesso il venti,
la marca del nuovo blush che distende i lineamenti,
il recapito del parrucchiere,
il segreto della nonna per rendere soffice la torta di mele…

Sempre mi troverai sincera e bendisposta,
ma sul nome del mio profumo mai otterrai veritiera risposta.

Completa il mio stile, sugella il mio portamento,
mi definisce l’odore e racconta di me in qualsiasi momento.

L’ho scelto tra mille, mollato, ripreso e solo allora definito,
se vuoi ti svelo un valido ex, ma su di lui confesso di averti sempre mentito.


Immagini da:
Prettystuff.tumblr.com
Crushculdesac.tumblr.com

36 commenti su “Ad odor del vero”

  1. Credo mi mentano spesso sui profumi, quindi. Perchè nonostante io segua le precise indicazioni, la fragranza che percepisco non è mai la stessa.
    “Questioni di pelle” mi dicono, ma a questo punto, questione di privacy, direi 😉

  2. Ogni odore è unico perché ogni pelle è diversa. E’ un segreto divertente, può essere imitato con scarsi risultati e quindi tenerlo per sé non ha senso. Ma a voi donne certi segreti piacciono da morire e, se sono tenuti in funzione di imbrigliare col vostro fascino un amante, va bene così. In amore e in guerra tutto è concesso: talvolta tra amore e guerra il limite è sottilissimo.

  3. …delizioso…però ricordo che una volta mi carpisti il segreto… e io ingenua che credevo fosse solo per conoscermi meglio. (l’avevo in canna, mi ritiro!)baci

  4. Potrei dichiarare tutto: nome, anno, eau de toilette o de parfum..
    Ogni fragranza sulla mia pelle, cambia, e non esiste nessuno su cui io l’abbia trovata uguale.
    E poi mi piace cambiare: non posso usarne un tipo più di una volta. A fine flacone, parte la caccia in profumeria…con annesse narici bruciate per una settimana! 🙂

  5. Ciao Eva! Sono appena tornata dall’isola di Nosy Be (Madagascar) dove Coco Chanel aveva trovato il fiore dello Yang Ylang dalla cui essenza si estraggono fissanti per Chanel n° 5. E’ un fiore profumatissimo. Bello il tuo reportage sui profumi e soprattutto quello che scrivi.
    Buona vita!

  6. Avete presente cosa significhi vivere con un uomo che ODIA i profumi, tutti, e vuole solo sentire odori naturali. Ogni profumo é bandito da casa. Anch’io sono dell’idea che un profumo possa falsificare molto l’unicitá di una persona e si possa correre il rischio di omologarsi. Qualche anno fa era di moda un determinato profumo e girando in cittá si sentiva solo quello ogni paio di metri!
    Cuor di leone

  7. amo i profumi, anche quelli dei detersivi che avvolgono gli abiti. Adoro tutto quello che ‘sa di buono’ e in effetti un profumo ci definisce.
    baci momben

  8. “Poiché gli uomini potevano chiudere gli occhi davanti alla grandezza, davanti all’orrore, davanti alla bellezza, e turarsi le orecchie davanti a melodie o a parole seducenti.
    Ma non potranno mai sottrarsi al profumo.”
    “Il profumo” di Patrick Suskind…un libro chè mi ha colpito.

    Volevo dirti, cara Eva, che ti ho citato in post, non per farti partecipare necessariamente al gioco, ma solo per farti sapere che il tuo blog è tra i miei preferiti.
    A presto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Shopping Cart
Torna su