Calze e dolciumi in ordine sparso





Ha il tepore di un caminetto acceso e il profumo della cioccolata calda. Calzettoni di lana vergine tracimano di dolciumi o custodiscono piedi freddolosi e stanchi. Di tutti i giorni di festa l’epifania è quello più ozioso, non conosce la fretta, né la frenesia dei giorni appena trascorsi. Scivola via inacantata come una fiaba letta a voce alta. E mentre addento l’ultimo biscotto mi chiedo perché iniziamo ad apprezzare le cose belle sempre quando stanno per terminare.

Look inside my dream partecipa al contest di grazia.it, cliccando qui e schiacciando il cuore rosso, potrete esprimere la vostra preferenza.

immagini via maadfoodhouse.tumblr.com, dustjacketattic.blogspot.it, pinterest.com

15 commenti su “Calze e dolciumi in ordine sparso”

  1. Fatto…votata anche oggi!
    Che bello questo post…
    sbaglio o si sente profumo di cioccolato e cannella?!
    Baci baci e buon anno!!

  2. Da bambina preferivo sempre la Befana a Babbo Natale, ancora mi è rimasta questa cosa!:) Spero ti porti tanti buoni dolcetti! Inizio già a sentire la mancanza del Natale! Buonanotte Ady, un abbraccio♥

  3. La consapevolezza del momento è roba forte mia cara, merce per pochi. Mentre imparo, scaldo piedi e cario denti. Buona preparazione calza.

  4. verissimo, io sono tristissima mentre scrivo perchè vedo l’alberello e so che domani dovrà tornare in cantina… ma almeno così lo apprezzeremo ancora di più quando lo rifaremo!!! =P

I commenti sono chiusi.

Shopping Cart
Torna su