Cappotto corto: come scegliere l’immancabile capospalla delle mezze stagioni

cappotto corto

Elegante e versatile, all’occorrenza anche sportivo, il cappotto corto è un vero must tra l’estate e l’inverno, e viceversa.

In lana, dal taglio classico, a mantella o in versione trench, risulta sempre la scelta perfetta per coprirsi di sera o nelle giornate più fresche senza rinunciare a sfoggiare look stilosi, ricercati e alla moda.

Ma come individuare il modello giusto?

Quali sono i cappotti corti di tendenza per la primavera e l’autunno?

In quali occasioni sfoggiarli?

Come abbinarli per dare vita a look impeccabili e raffinati oppure trendy e originali?

Vediamo come orientarsi e scovare il cappotto corto perfetto per sé stesse.

Cappotto corto: scegliere il modello più adatto

Per individuare il taglio e il materiale giusto, oltre a tenere conto delle tendenze e del gusto personale, è necessario valutare con attenzione:

  • il contesto nel quale si intende indossare il cappotto;
  • gli outfit ai quali andrà abbinato;
  • le caratteristiche del proprio fisico.

Quest’ultimo aspetto, in particolare, può fare davvero la differenza, in quanto il cappotto, se scelto con attenzione, può aiutare a minimizzare le criticità e a valorizzare i pregi di qualsiasi corporatura, rendendo la figura più armoniosa ed elegante.

Il cappotto corto, a differenza dei modelli maxi, si presta alla perfezione per essere indossato tanto dalle donne alte quanto da quelle petite, in quanto slancia la figura.

Le donne più piccine possono ottenere un effetto sorprendente portando il cappotto aperto, nonché optando per modelli che scendono di poco al di sotto dei fianchi.

Le donne più alte potrebbero invece valorizzare ancora di più la loro altezza optando per modelli a cappa, anche cortissimi.

Se siete amanti dei capospalla corti dal design senza tempo, non avrete che l’imbarazzo della scelta nella selezione di cappotti Max Mara da donna; dai modelli più pesanti in lana e cashmere a quelli più leggeri in gabardina di cotone, camoscio o twill, ideali per le stagioni di mezzo.

I modelli di tendenza per la primavera

Chi sceglie di sfoggiare un cappotto corto durante la primavera può puntare su tagli classici, preferibilmente realizzati in materiali pregiati e naturali come lana e cashmere, da portare aperti, abbottonati o fermati in vita con una cintura.

Tra le versioni di tendenza spiccano quelle minimal, dal taglio dritto, a uovo – perfetti per chi ha un fisico a rettangolo – o a triangolo – suggeriti per donare armonia a un fisico a mela.

Le donne più sportive, ma sempre attente all’eleganza, possono optare per un ampio caban oppure un trench in gabardine o in seta.

Non mancano, infine, tra i must have della stagione, i modelli a cappa, bon ton e versatili, e quelli a mantella, da portare con disinvoltura su qualsiasi outfit.

Quando indossare il cappotto corto?

Il cappotto corto è un vero e proprio passe-partout durante le mezze stagioni: ideale al mattino presto, per un look raffinato e chic per l’ufficio, oppure alla sera, quando le temperature tornano ad abbassarsi.

Alcuni modelli, come i trench e le cappe in tessuto impermeabile, sono invece compagni irrinunciabili durante le giornate di pioggia.

La grande varietà di cappotti corti disponibili permette di trovarne uno ideale per ogni contesto.

Naturalmente, a seconda dell’occasione e dell’outfit scelto, sarà necessario individuare il modello giusto.

Ad esempio, se lo si vuole abbinare a un look professionale si può puntare su un modello classico o su un trench, meglio se nero o di tinta neutra, mentre durante il tempo libero si può sperimentare con mantelle e cappe, anche in fantasia.

Per le occasioni formali, meglio puntare su modelli dal taglio minimal e più classico.

In occasione di cerimonie, via libera a cappotti corti realizzati con materiali sofisticati e dal taglio elegante, magari leggermente svasato.

Come abbinare il cappotto corto

L’estrema versatilità che lo caratterizza rende questo capospalla ideale per essere abbinato a qualsiasi tipo di outfit.

Inoltre, se scelto con cura, un coat corto può elevare anche i look più semplici.

Partiamo da un grande classico, immancabile nel guardaroba femminile: il cappotto corto nero.

I modelli in lana, con o senza cintura, sono perfetti per completare look eleganti, composti da pantaloni neri a gamba dritta e camicie bianche, e possono essere indossati aperti o chiusi.

Se si desidera sfoggiare un look casual chic, strepitoso anche l’abbinamento con jeans e maglia in cotone, abbinata, a livello cromatico, alle sneakers. Quest’ultimo accostamento risulta perfetto anche con un cappotto caban o una mantella.

Chi preferisce puntare su modelli dalle tonalità neutre, dal marrone scuro al crema, passando per il più classico beige, può optare per un outfit total black, il quale si adatta alla perfezione a qualsiasi modello, o per pantaloni beige con maglia o camicia nera o bianca.

Eccellenti risultati di stile si ottengono anche giocando con tonalità neutre layering, nonché, naturalmente, indossando il cappotto con un paio di jeans.

Tra i modelli di cappotti corti più alla moda non mancano quelli colorati.

Uno dei colori di maggiore tendenza è il rosso.

Le amanti delle tonalità più audaci possono combinare questo tipo di cappotto con outfit dai colori chiari, ad esempio con pantaloni flare e maglia in cotone tinta crema o bianchi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Carrello