Ponti vita

01def

02def

03def

04

05

Ogni volta che voglio superare l’ostacolo di far dire ancora qualcosa a un vecchio abito isolato o di mettere in comunicazione due capi molto diversi tra loro, apro il cassetto delle cinture, gli unici accessori che riescono a connettere scelte d’armadio che stanno agli antipodi.
Una stringa che cinge la vita è capace di raccordare tessuti tra loro davvero lontani. Per esempio, una camicia di seta trasparente e un pantalone di lino stropicciato e senza cuciture sul fondo danno vita ad un abbigliamento unico, se messi in continuità dal giusto elemento.

Proviamo a far passeggiare fibbie e materiali di qualunque tipo sui nostri fianchi perché ci faranno sentire libere di interpretare stoffe e tagli per il più della gente inavvicinabili, dandoci così la possibilità di osare o di essere ammirate per originalità.
Solo se vivremo la moda senza schemi potremo intraprendere nuove vie di stile, che se varate con coraggio diventeranno battute, stabili e ogni giorno più divertenti.

Penso a quei ponti che relazionano quartieri distinti per attività, abitanti, territori o architettura, e che concorrono a creare un’unica metropoli. Al ponte di Brooklyn, al Golden Gate Bridge di San Francisco, che meravigliosamente sfocia nel piccolo centro costiero di Sausalito.
Le volte che indosso la fusciacca di camoscio beige a metà strada tra il lino candido e il jeans usato penso a dove mi porterà. E cammino.

06

07

08def

09def

Cinture MAX&Co. SS 2014

8 commenti su “Ponti vita”

  1. Eva, hai proprio ragione …. quello che pero’ manca e’ il coraggio di osare ….di accostare colori e materiali come in un gioco infinito … Un grande abbraccio da chi ti segue sempre con ammirazione 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Shopping Cart
Torna su