“Con il nastro rosa”

1def

2def

3def

4def

Alcune canzoni ti si annodano in testa senza premeditazione / così / una mattina / prima di uscire di casa / e sono capaci di legarti ad un pensiero / anche per un giorno intero.
Tipo quella canzone di Battisti.

Non hai idea di come abbiano fatto a sbucarti fuori all’improvviso, proprio alla pari di certi pezzi di raso in libera uscita da ceste caotiche, notati d’angoli d’occhi assonnati e subito sfilati, stiracchiati e tra due ciuffi riadattati.

Reggono fino a sera, quei nastri.
Te li ricanticchi a pranzo / per sentire se ancora ci sono / e te li senti fissi / a strizzar tempie / anche con lieve imbarazzo / perché non sempre sono consoni a tutte le situazioni / seppure / spesso portatori / di piacevoli sensazioni.

E ti domandi – ancora – come facciano. Come facciano a condurre la melodia, il suono impalpabile dell’eleganza, allo stesso modo di quando un’audiocassetta si srotolava e rimanevi incanatata, magari appena un attimo, a chiederti come fosse possibile che fredda plastica sottile riuscisse a contenere la Musica.

5def

6def

7def

8def

Immagini da:
Modern Girls & Old Fashioned Men
Fallon Elizabeth
Fox on the run
Lavender Fresh
Take a Leap of Faith

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Ricevi gli ultimi articoli

Abbiamo una Newsletter

No SPAM, solo articoli interessanti