Di che sogno sei?






…E tu, di che sogno sei?
Perché non c’è influsso astrale, contingenza, necessità che tenga, noi siamo soltanto ciò sogniamo.
La vita spesso porta i nostri sogni lontano da noi, basta un attimo di distrazione, un alito di vento e ci troviamo così distanti da ciò a cui anelavamo. Eppure le nostre aspirazioni raccontano ciò che intimamente siamo. Passare 10 ore al giorno in un ufficio non farà mai di noi delle impiegate, delle archiviste, delle professioniste. Io sono aria e vento, io sono luce e salsedine, sono scarpe dalle suole rosse, cappotti con fodera di seta, sono puro cachemire, anche se indosso misto lana, e me ne resto aggrappata ai miei sogni che custodiscono la mia essenza, anche se sono più leggeri di quest’aria che ci tiene inchiodate a terra.
Perché nulla si inventa ma tutto si sogna.

Vi ricordo che potete votare Look inside my dream al contest di grazia.it, cliccando quì e schiacciando il cuore rosso.  

immagini via ballon love

20 commenti su “Di che sogno sei?”

  1. Da impiegata che passa 7 ore al giorno in ufficio, ti dico che quello che hai scritto abbraccia perfettamente i miei pensieri!!
    Buone feste di cuore!!

  2. Ciao Ady:) Sono d’accordo con te, io “volo” sempre con la mente:P Che bella l’ultima frase! Buone feste cara, e tanti auguri di buon Natale! un bacio!:*

  3. Ciao Ady, è un momento complesso e mi sono persa molte cose.
    Sta succedendo qualcosa e sento che ti rende felice.
    La nuova veste grafica mi piace moltissimo e la tua anima è intrigante come sempre.
    Certo! I cambiamenti non possono che portare su strade migliori.
    Ti abbraccio e ti auguro un Natale sereno, ti abbraccio.

  4. L’importante è sognare ad occhi chiusi e non aperti.
    Le immagini del tuo topic, come sempre, sono bellissime.
    Ciao.

I commenti sono chiusi.

Shopping Cart
Torna su