gonne

Donne con le gonne

Voglio una, dieci, cento, mille gonne larghe.
Ne voglio di rosse, di nere, di verdi, di panna, di marroni e di grigie.
Gonne larghe lunghe, corte, cortissime, al ginocchio, alla caviglia.
…In tweed, in taffetà, in lana, in mikado…
Voglio indossarle con uno stivale color cuoio di mattina, una flat di pomeriggio e un tacco altissimo di sera.

Voglio abbinare le mie una, dieci, cento, mille gonne larghe a maglioncini in cachemire, a giacchini sfiancati a due bottoni, a camicie bianchissime, a lupetti attillati e a canottierine in seta.
Voglio portarle con la pelle delle gambe nuda, con delle francesine e con calze 100 denari.

Voglio fare fatica a sedermi in auto e ad andare al bagno.
Voglio sentirne il fruscio quando cammino.
Voglio non avere posto in armadio.

Non curatevi dei vostri fianchi, delle vostre caviglie, dei vostri polpacci o dei vostri addominali: cercate di essere suadentemente femminili anche se non siete fisicamente impeccabili.
Una donna abbondante, ma raffinata, è molto più sensuale di una statua greca senza anima e di palato grossolano.

Mary Poppins non era cool, non era bella e non era neppure griffata, ma possedeva una cosa che non si compra a prezzo intero in via Montenapoleone, nè a cartellino dimezzato in un fashion outlet: STILE.

Foto via Unsplash.com

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Ricevi gli ultimi articoli

Abbiamo una Newsletter

No SPAM, solo articoli interessanti