Frange in vece di frangia





Movimento libero, flusso, ritmo, brio tra le annoiate e regolari ante.

Per quelle mattine in cui stranamente mi desto “mettete dei fiori nei vostri cannoni”.

Per tutti i charleston che non mi hai fatto ballare.
Per rievocare quella festa on the beach a Malibù… e chi se la scorda più?
Per provare l’ebbrezza di impigliare una manica nel cambio. Più volte. Alterata. Ma compiaciuta.
Per eventuale incontro-scontro con cowboy cittadino da speroni taglienti, odore di pelle e lariat spiegato.
Per amalgamarmi meglio con quella musica tribale che sempre ascolto, con quell’ombretto un po’ Masai che spesso stendo.

E per i gatti. Per farli correre, scivolare, saltare, divertire.

Ma soprattutto per esorcizzare quella frangia disordinata,
mai davvero mozzata,
solo in scialbi ciuffi per anni abbozzata.





Immagini da:
Crocodilejock.tumblr.com
Eddiecourtney.tumblr.com
Positivelynoteworthy.tumblr.com
Theglitterguide.tumblr.com

20 commenti su “Frange in vece di frangia”

  1. Ciao Eva. Indian Style…:) quando vedo giubbini con le frange mi vengono sempre in mente i ritmi e le percussioni indiane. Carino, sportivo…capo ideale per alcuni concerti. Marco :))

  2. Vivere è attendere il sole
    nei giorni di nera tempesta,
    schivare le gonfie parole
    vestite con frange di festa.

    Vivere è scegliere le umili
    melodie senza strepiti e spari,
    scendere verso l’autunno
    e non stancarsi d’amare.

  3. Le tende a frangia della mia veranda, gioco preferito del mio gatto, peccato che sono costretta a cambiarle ad ogni estate.
    La prima foto è tremendamente chic.

    Kiss Marcella…..sono tornata!!!……..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Shopping Cart
Torna su