Frange in vece di frangia





Movimento libero, flusso, ritmo, brio tra le annoiate e regolari ante.

Per quelle mattine in cui stranamente mi desto “mettete dei fiori nei vostri cannoni”.

Per tutti i charleston che non mi hai fatto ballare.
Per rievocare quella festa on the beach a Malibù… e chi se la scorda più?
Per provare l’ebbrezza di impigliare una manica nel cambio. Più volte. Alterata. Ma compiaciuta.
Per eventuale incontro-scontro con cowboy cittadino da speroni taglienti, odore di pelle e lariat spiegato.
Per amalgamarmi meglio con quella musica tribale che sempre ascolto, con quell’ombretto un po’ Masai che spesso stendo.

E per i gatti. Per farli correre, scivolare, saltare, divertire.

Ma soprattutto per esorcizzare quella frangia disordinata,
mai davvero mozzata,
solo in scialbi ciuffi per anni abbozzata.





Immagini da:
Crocodilejock.tumblr.com
Eddiecourtney.tumblr.com
Positivelynoteworthy.tumblr.com
Theglitterguide.tumblr.com

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Ricevi gli ultimi articoli

Abbiamo una Newsletter

No SPAM, solo articoli interessanti