Il piacere di un caffè mancato e la mia ricetta della pastiera napoletana


Ed è stato proprio come volevo che fosse. Nel cielo di Napoli stamattina c’era il sole, imprevedibilmente.

Ci siamo incontrate in uno degli scorci più suggestivi della città Patricia la Cri ed io.Ci eravamo promesse un caffè veloce e quattro chiacchiere tra blogger, ma non abbiamo mantenuto nemmeno una promessa. Perché del caffè ci siamo completamente dimenticate e non ci sentivamo affatto fashion blogger. Eravamo in sintonia come tre persone che hanno preso lo stesso volo, partite per lo stesso viaggio, come tre donne che attendono i propri bimbi all’uscita da scuola. Un’unica imperdonabile dimenticanza, non aver rivelato alle mie nuove amiche la mia segretissima ricetta della pastiera napoletana. Devo rimediare.

Ripieno
Versare in una pentola 350 gr di grano precotto, 90 ml di latte fresco, 25 gr di burro, scorza grattugiata di limone e cuocere per circa 20 minuti a fuoco lento.

Montare 4 uova intere e due tuorli con 480 gr di zucchero, aroma di vaniglia e di fiori d’arancio, aggiungere 500 gr di ricotta freschissima setacciata e il grano precedentemente cotto.
 
Pasta Frolla
Amalgamare velocemente 400 gr di farina, 2 uova, 160 gr di zucchero e 150 gr di burro, riporre in frigo per mezz’ora.
 
Stendere la pasta frolla su una tortiera stando attenti a lasciarne da parte una quantità tale da poter decorare la torta con delle striscioline.

Porre il ripieno nella tortiera e decorare con la pasta frolla a losanghe.

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter