Il week end delle scarpe

Immagine da: Manoloblahnik.com

È stato indiscutibilmente il week end delle scarpe.
È stato un week end delle scarpe talmente stressante che domani mattina ho deciso che andrò a lavorare scalza: non voglio più sentirne parlare almeno per una settimana.

Il pomeriggio di sabato l’ho dedicato alla ricerca di una scarpetta nera per l’utilizzo quotidiano, perfetta sia con un jeans che con un tailleur, e ho tristemente constatato quanto sia difficile trovare una calzatura semplice e contemporaneamente di design, aggraziata e originale, pulita ed estrosa.

Ho provato ballerine, mocassini, francesine, Mary Jane, décolléte e zeppe, vestendo i panni di una Cenerentola al contrario (non era la scarpa a cercare me, ma io a volere lei) alla ricerca del porta piede perduto.
Dopo mille negozi visitati, mille ostensioni di zampe, mille “Grazie, ci penso” sono riuscita a scovare una sobria flat in vernice nera, aggressiva e raffinata al punto giusto.
Bene, primo obiettivo centrato.

Tornata a casa, mi sono ricordata che avrei dovuto trascorrere la giornata della domenica impegnata nel canonico appuntamento biennale del cambio stagione calzaturificio, esperienza che sempre mi innervosisce e mi irrita.

Mi preme subito sottolineare che non sono le scarpe ad essere tante, ma lo spazio che è poco e le mensole che, inspiegabilmente, si accorciano di sei mesi in sei mesi.

Su, su, sandali, sulla sinistra… Havaianas a destra, per favore… patina neutra sulle spuntate, please… dai ragazze, fatevi da parte e lasciate spazio a stivali, polacchine e sneakers pelose, nuovi occupanti della scarpiera stagionale.
…Spero davvero che l’inverno che è alle porte possa essere freddo e così lungo da farci indossare il camoscio fino al prossimo Ferragosto.

Questa sera sono talmente esausta che sto vivendo una vera e propria sindrome da shoes e ho pensato, pertanto, di proporvi una rassegna di oggetti stravaganti, di uso quotidiano e non, aventi come tema il mio incubo del fine settimana: LA SCARPA, universo a cui tutte noi, addicted, intimamente apparteniamo, scialacquando, zompettando, vescicando e sospirando.

Per servire una torta sempre sulla punta dei piedi…
Immagine da: Verycool.it
Per poltrire di elegante pigrizia
Immagine da: Quadrelli.it

 

Per incastonare anelli su soffici piante…
Immagine da: Anticasoffitta.com
Calice di cristallo
Immagine da: Intravino.com

Penna USB proposta da Dr. Martens per commemorare il cinquantesimo anniversario della griffe

Immagine da: Dmusastore.com

Vasca da bagno mosaicata del designer Massimiliano Della Monaca

Immagine da: Shoes.stylosophy.it
Immagine da: Shoes.stylosophy.it

E bag… Azumi and David

Immagine da: Azumianddavid.com

11 commenti su “Il week end delle scarpe”

  1. bellissimo questo post, però vorrei la scarpa divano!! o quella super morbida per incastonare gli anelli, altro che decoltè di vernice tacco 12, ci vorrebbe un po’ di comodità!

  2. graziosissimo post. non sono ordinata come te, le scarpe sono talmente tante che le ammasso ovunque capiti, negli armadi, sotto il letto, il cantina, e non sai quante volte mi capita di trovarne una soltanto e di dover cambiare look. baci

  3. Ciao Eva, prima di tutto grazie per essere passata nel mio blog, sappi che sarai sempre la benvenuta,inoltre, ti faccio mille complimenti per il blog perchè è veramente interessante, fatto bene, senza troppi fronzoli sbrilluccicanti,lineare ma molto molto carino!
    Per quanto riguarda la scelta delle scarpe devo dirti che anche per me è sempre un problema…
    A presto,
    Heidi

  4. cara eva, torno per ringraziarti e non solo. ricambio i complimenti che mi hai fatto e lo faccio davvero sinceramente. il tuo è un blog mi piace molto. scrivi fluidamente, focalizzi l’attenzione su delle piccole rarità(le borse in legno per esempio) insomma, esci dal coro, ti distingui dalle brutture che si vedono in giro. se hai due minuti vatti a cercare un mio post che si chiama ‘meno di un istante’, capirai cosa intendo. baci

  5. Penna USB da Dr. Martens?!?!?! La voglioooo!! E il porta anelli è davvero carino.. vabbè, concedo che almeno le “scarpe” così soddisfino il nostro insaziabile desiderio per la calzatura giusta ;P Comunque, anch’io sono piuttosto esigente in materia di scarpe e consiglio fortemente quelle di H&M e Zara ché sono super trendy ma solide, comode e poco costose. Complimenti per il post- molto divertente!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Shopping Cart
Torna su