Kenzo SS 2014: oceano in fiore

01

02

03

04

05

Sarà anche la collezione dell’oceano, la spring summer 2014 firmata Kenzo, delle acque fluttuanti e in perenne movimento, instabili, giocose e inaffidabilmente attraenti, e sarà anche che di richiami, a ben guardare, se ne scovano una marea, ma io ci vedo prati in fiore.
Oppure oceani di fiori, se preferite.

Quelli che comunque ondeggiano al passaggio del vento, che s’increspano sulla superficie, intrecciando corolle a fili d’erba e mutando il colore per un petalo che si stacca. E cade.
Quelli, però, che non vibrano di abissi sconosciuti e un po’ inquietanti, bensì si ricaricano sulla terra, rassicurante e calda, che il sole riesce sempre a raggiungere e a scaldare e a rigenerare.

Lasciamoci inebriare dall’idea di cercare chiavi tra i tulipani, rossetti tra le margherite ed elastici tra i papaveri piuttosto che annaspare telefoni alla deriva dentro maremoti incalzanti ed incazzati. Che già evitiamo il naufragio ogni dì, con bracciate a e di stile che tagliano tempi, tempismi, frenesie e nervosismi, vorrete mica infilare anche il dito su una medusa attaccata alla fodera? No, no, no, auspichiamo alla distrazione di meraviglia per una farfalla che sbuca fuori, errante ed erronea, mentre schiudiamo cerniere simili a spighe arzille e dispettose in mezzo a continuità di stampa.

Pretendiamo gigli, una corsa scalze, l’allegria di un’ape che sa valorizzare il suo abito del giorno portando sottobraccio la difficoltà delle righe gialle, che mai prevalgono sulle nere. E pesci solo in crudité, grazie.
Perché alzi la mano chi, a quattro gocce di acqua di rose sulle mani, ha mai preferito quattro gocce di sale sotto le unghie.

06

07

08

09

10

11

Immagini da:
Alfio Garozzo Photographer
GQ Italia
TheCut
Pretty Stuff

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Ricevi gli ultimi articoli

Abbiamo una Newsletter

No SPAM, solo articoli interessanti