Mugs, tazze, tazzine (e teiere)

china

Per uno di quei lunedì – nemmeno fosse l’ultimo di un mese di maggio – in cui dall’armadio sfiliamo un abito a fiori adatto per la stagione ma inappropriato per la stagionalità, in cui il tè che invoglia è quello caldo da infuso e non quello freddo da ghiaccio a cubetti stretti e cannuccia.

Un lunedì dove l’attenzione si posa più su una teiera da raffreddare che su una mug da riempire, più sul cardigan che intiepidisce l’abito, che sui fiori tratteggiati come ceramica che lo tessono.

Buon lunedì di primavere da portare ad ebollizione a tutti.

17 commenti su “Mugs, tazze, tazzine (e teiere)”

  1. Purtroppo è così…siamo quasi a giugno…ma più che abiti a fiori e bevande rinfrescanti ci servono caldi golfoni e un tè bollente!
    Buon lunedi
    Mari

  2. Great job here. I truly enjoyed what you had to say. Keep heading because you certainly bring a new voice to this subject. Not many people would say what youve said and still make it interesting. Nicely, at least Im interested. Cant wait to see much more of this from you.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Shopping Cart
Torna su