Natale con valore


“Considero valore ogni forma di vita, la neve, la fragola, la mosca.

Considero valore il regno minerale, l’assemblea delle stelle.

Considero valore il vino finchè dura il pasto, un sorriso involontario, la stanchezza di chi non si è risparmiato, due vecchi che si amano.
Considero valore quello che domani non varrà più niente e quello che oggi vale ancora poco.
Considero valore tutte le ferite.
Considero valore risparmiare acqua, riparare un paio di scarpe, tacere in tempo, accorrere a un grido, chiedere permesso prima di sedersi, provare gratitudine senza ricordare di che.
Considero valore sapere in una stanza dov’è il nord, qual è il nome del vento che sta asciugando il bucato.
Considero valore il viaggio del vagabondo, la clausura della monaca, la pazienza del condannato, qualunque colpa sia.
Considero valore l’uso del verbo amare e l’ipotesi che esista un creatore.
Molti di questi valori non ho conosciuto”.

Erri De Luca

Vi auguro di vivere con valore il vostro Natale.

In questa immagine di poco fa, indosso valori d’altro tipo e l’ho scelta perchè anche questo fa parte di me.

20 commenti su “Natale con valore”

  1. Grazie per avermi fatto conoscere queste bellissime parole di Erri de Luca, l’ho conosciuto solo in un libro che non mi ha lasciato niente, a differenza di questa poesia.
    Buone Feste anche a te, con la speranza che siano serene ma anche spumeggianti!
    E complimenti per il montone che indossi (mi sembra dalla foto un montone, perdono se sbaglio termine), mi piace da morire!

I commenti sono chiusi.

Torna su