Poesia e geometria

Ci sono abiti che sono divise: camicia bianca e giacca blu e non se ne parla più; altri che sono una seconda pelle, jeans e t-shirt e chissenefregadellamoda; ci sono poi abiti che sono architetture, tu chiamali rouche o volant se vuoi, io le chiamo ellissi…ed immagino che chiunque li abbia progettati sia stato lì, con il compasso alla mano, alle prese con calcoli aritmetici, ad applicare la legge di Keplero, per disegnare una gonna a godé. Geometrie, solo geometrie ma con dentro la poesia di un onda che si infrange su uno scoglio, la sinuosità di curve femminili, l’eleganza di un bouquet di calle. Ah, la moda, può compiere miracoli, la matematica e la poesia, infinitamente distanti possono incontrarsi dentro una manica a raglan.
immagini via: Cool and chic style and fashion, boy and girl
Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Ricevi gli ultimi articoli

Abbiamo una Newsletter

No SPAM, solo articoli interessanti