Cattive ragazze

Cattive ragazze si nasce o si diventa?
Cresciute aspettando che il principe azzurro venisse a salvarci, dotate di labbra rosse come ciliegie e di incarnato candido come la neve, cos’altro avremmo potuto desiderare?
Ci hanno dato la certezza che il cavaliere sarebbe venuto a baciarci in una notte di mezza estate, ma nessuno ci aveva avvisate che sarebbe scappato via in sella al suo destriero in una mattina di primavera.
È stato solo allora che abbiamo compreso che forse ci mancava qualcosa, se avessimo avuto un cavallo anche noi dove saremmo potute arrivare? Invece solo pizzi e crinoline per tenerci ingabbiate, scarpette di cristallo per non consentirci di correre lontano, e trecce lunghe e pesanti come funi d’acciaio.
Svegliarsi da un sogno non è sempre così malvagio.
Quando il principe farà ritorno non troverà una zuppa calda e scoppiettante sul focolare; la potenza di un gesto irriverente, la capacità persuasiva di un colpo ben assestato, l’aiuteranno a capire che la fiaba è finita.

25 commenti su “Cattive ragazze”

  1. Parole Sante!Le principesse sono diventate delle abili spadaccine ed i cavalieri farebbero bene a stare attenti!I pizzi e le crinoline adesso si mischiano ai bagliori delle armature brillanti ed anch’io credo che in fondo questo sia un ottimo cambiamento ;D!
    Baci

  2. Secondo me si diventa.

    Io ho generato una tale cattiveria negli ultimi tempi che l’unico consiglio che riesco a dare a chi mi racconta di principi azzurri in arrivo è quello di narcotizzare i loro cavalli bianchi per non farli uscire dalle scuderie.

  3. ……la capacità persuasiva di un colpo ben assestato, l’aiuteranno a capire che la fiaba è finita.

    Finale superbo: questo sì che è un lieto fine 🙂

    In questo epilogo, Ady, c’è il risultato di decenni di lotta per l’emancipazione femminile.
    M’inchino e plaudo, all’arguzia persuasiva, di un siffatto finale!

    Gimme five, sister :))))))))))

  4. Se capisci il francese, la canzone “Cendrillon” (Cenerentola) del gruppo Téléphone racconta con ironia il destino triste delle Cenerentole moderne: https://www.youtube.com/watch?v=Wlc5O5-cNDA
    Comincia dicendo “bisogna diffidare dei principi azzuri”. Poi racconta che a 20 anni, Cenerentola è la più bella ragazza e va via con il principe azzuro sul suo cavallo bianco. Poi a 30 anni, Cenerentola è la più triste delle mamme perché il principe azzuro se ne andato con la Bella Addormentata. Alla fine Cenerentola diventa una drogata. “Gli angeli non amano diventare vecchi”. Finisce male!

  5. ciao Ady, sei sempre così raffinata e sottilmente ironica!
    è questo il manifesto del mio femminismo, ma, ahimé, quanto dura è la vita per noi donne.
    ciao momben.com

  6. … e comincia la realtà. E la realtà è fatta di Principesse che sono principesse nell’animo, ma si vestono da guerriere per poter sopravvivere tra le pieghe di un mondo in cui gli uomini con le palle sono una leggenda metropolitano, il principe azzurro è gay, le belle persone esistono ancora ma sono difficili da trovare e più difficili ancora da tenere.
    Però noi lottiamo. Perché noi donne siamo combattenti per natura.

    Ps: sai quanto io possa apprezzare questo post.

    Un sorriso. Antonia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Shopping Cart
Torna su