Cospargersi il capo di piume

Ho piantato fiori essiccati tra le pagine di un libro che non sentivo mio.
Ho abbandonato sale cinematografiche nel bel mezzo di una sparatoria.
Ho puntato sveglie alle 5 e un quarto del mattino e le ho lasciate suonare per ore, con la testa nascosta sotto al cuscino.
Ho imboccato strade a senso unico e le ho percorse a ritroso in senso vietato.
Ho imparato che non è mai troppo tardi per dire “ho sbagliato”.
Ripasso la lista di tutti i miei errori,  cospargo di piume il mio capo, la mia nuca e mi convinco che finché c’è vita c’è una via di fuga.

Vi ricordo che potete votare Look and the city al contest di grazia.it, cliccando quì e schiacciando il cuore rosso.

16 commenti su “Cospargersi il capo di piume”

  1. giusto oggi ho impostato la sveglia alle 6.45 per poi farla suonare fino alle 7.30 .. ovviamente quello che avevo programmato di fare è rimandato a stasera! bel post ..

  2. Sai quante volte ho puntato la sveglia al mattino presto e mi sono nascosta con la testa sotto il cuscino?
    Quante volte ho imboccato strade sbagliate con la mia solita “testa dura” per dover poi fare marcia indietro!!
    Da poco ho capito che non è mai troppo tardi per dire ho sbagliato a me stessa, e perdonarmi ed esser comprensiva nei miei confronti!!
    Bel post!!!
    LA PETITE DAME

    1. Volevo sapere cs avevi pensato leggendolo.cn sibcerita e se ti ca ovviamente.sei uno dei blog che tengo in considerazione di piu per il tuo nodo di scrivere.grazie intanto.snche io ti ho votata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Shopping Cart
Torna su