Un punto rosso

Se avessi un calendario dell’avvento avrebbe sette caselle ancora coperte, ma  non sono il tipo da conto alla rovescia, sono più da sprint finale da sorpasso all’ultima curva. Mi accorgo solo oggi che Natale si avvicina, nonostante l’arroganza di certi addobbi natalizi che pretendono di essere ammirati già in Novembre. Me ne accorgo perché l’aria è diventata pungente, frizzante, perché anche se è freddo ho voglia di uscire, perché sento che è arrivato il momento di indossare il mio cappotto rosso, che se ne sta nell’armadio tutto l’anno aspettando che venga il suo momento, proprio come il puntale e gli  angioletti di terracotta. In novembre o in febbraio il cappotto rosso è una nota stonata, una campana che suona alle alle undici e un quarto, oggi invece lo porto con baldanza, con orgoglio, con consapevolezza. Oggi sono un punto rosso, che si riflette in una goccia d’acqua piovana, un chicco di melograno sopra una foglia alla deriva.
Ci sono capi che vivono una stagione, altri solo lo spazio di una emozione.
Vi ricordo che potete votare Look and the city al contest di grazia.it, cliccando quì e schiacciando il cuore rosso.
immagini via Fashion gone rogue,nosyeux.com, pinetrest.com
 immagini via Fashion gone rogue,nosyeux.com, pinetrest.com

25 commenti su “Un punto rosso”

  1. MI piacciono le tue parole, sono calata un po’ nell’area natalizia.
    Amo il rosso… quindi mi sono piaciute anche le tue scelte… 🙂
    Se ti va passa a vedere il mio ultimo post, mi piacerebbe avere un tuo parere.. 🙂

    VOTAMI__ per il concorso di GRAZIA.IT __BLOGGER WE WANT YOU__ (basta un semplice click)__ Grazie di cuore <3!

    Seguimi su:
    BOW OF MOON, Fashion Blog
    Facebook_ Twitter_ Bloglovin’_ Chicisimo_ Fashiolista_ Tumblr_ Pinterest_ Google+_

  2. Per caso sono giunta nel tuo blog. Delizioso questo post, adoro i cappottini rossi, mi sanno proprio da Natale 🙂 ah, scrivi molto bene! Ti ho votata 😉

    Se ti va passa da me 🙂
    Baci, Elena

  3. Oggi sono un punto rosso, che si riflette in una goccia d’acqua piovana, un chicco di melograno sopra una foglia alla deriva.

    Ma è bellissima questa immagine.

    Che tu sappia scrivere, Ady, è indubbio.
    Questa la dimostrazione che il talento prevarica l’argomento anzi, di più, rende emozionante ciò che normalmente si troverebbe banale o non meritevole di tanta bravura.

    Leggo i tuoi post, Ady,e dentro c’è sempre una piacevole sorpresa che, come ho scritto prima, va oltre l’argomento trattato: è il tuo modo di raccontare le piccole cose, solo apparentemente frivole che tu, però, sai rivestire d’emozione.

    La dimostrazione, questa, che chi entra davvero dentro le tematiche alla fine ci trova anche un’anima.

    ……e il rosso, poi, è tra i miei colori preferiti.

    Un bacio e buon lunedì!

  4. Io nel mese di dicembre, e solo, faccio lo stesso utilizzo di un paio di guanti rossi in pelle. Dal primo gennaio, vengono riposti in armadio per un altro anno, fino al 30 di novembre.

  5. Anch’io ho un cappotto rosso, ma la cosa che mi piace di più è che era della mia mamma quando era giovane (degli anni 60/70)… L’adoro e mi commuove ogni volta che lo indosso!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Shopping Cart
Torna su