Dal quanto al cosa

Ci era stato chiesto di passare dal troppo all’essenziale,di lasciare a casa il portafogli , la trousse e persino il cellulare.
E noi duttili e influenzabili  eravamo passate dalla shopping bag alla clutch, rinunciando proprio a tutto.
Ciò che per una donna normale è impossibile, per una fashion addict è un barbatrucco.
Oggi la moda ci chiede un ulteriore sforzo, passare “dal quanto al cosa” senza serbar rimorso.
Svelare il contenuto della propria borsa per una donna è come mettersi a nudo, è come farci un torto,  noi che  rifuggiamo i metal detector persino all’aeroporto.
Sarà davvero dura, ma so che ci riusciremo: via a tutto ciò che genera disagio e a ciò che svela di noi più di quanto vorremmo si sapesse; via ai mini Ob, ai collant di scorta, via ai salvelox e al maalox… e per stare ancora più tranquilla, via quella foto orrenda dalla mia patente…per una fashion addict è impossibile non cedere al fascino di una borsa trasparente.

…Look and the city vi invita a scoprire il nuovo post di  H2O fashion added

immagini via boy and girl, vogue.it

8 commenti su “Dal quanto al cosa”

  1. Penso che, invece, molte che seguono la moda per puro esibizionismo (vedi Anna Dello Russo) faranno vedere qualcosa che noi non mostreremmo mai…..sempre ripeto per esibizionismo….bellissima la terza foto. Kiss Marcella

  2. Mi piace moltissimo la seconda. Io non ho mai posseduto una borsa trasparente ma non avrei problemi. Son già passata dall’altro blog ma si può diventare lettori fissi?
    Ciaoo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Shopping Cart
Torna su