Cibo per la pelle


creme dermaplus
Non ho paura di invecchiare, con le rughe del contorno occhi ho imparato anche a socializzare. Gli strizzo l’occhio al mattino, le faccio indispettire quando le guardo dallo specchietto retrovisore, ferma immobile nel traffico della mattina, con la luce che mi taglia in due la faccia e nel chiaroscuro di quel momento mi sembra addirittura di vederle scomparire.

Non sarò mai come Anna Magnani che chiedeva al suo truccatore di non nasconderle sotto al cerone “che ci ho messo una vita a farmele venire”, perché con i segni d’espressione ho un rapporto di odio/amore. Quella intorno alle labbra per esempio mi ricordano quanto sono stata felice, tutte le risate che mi sono fatta in compagnia di quelle quattro amiche, le notti insonni, i risvegli di mezzogiorno, e quegli occhi cerchiati che nemmeno due fette di cetriolo nell’acqua benedetta sarebbero bastate.

Non ho paura di invecchiare, è lasciarsi andare che mi fa davvero inorridire. La crema idratante quella non me la faccio mai mancare. Struccarmi profondamente la sera è un rituale, magari sorseggiando una tisana. Nutrire la pelle con una crema testata e con componenti naturali come burro di karitè e ceramidi e poi al risveglio ricominciare con una crema ultraidratante. Ho provato la linea ipoallergenica Dermaplus perché in fatto di viso sono davvero esigente e me ne sono innamorata al primo assaggio.

Non sorprendetevi dunque se mi troverete a mezzanotte con le mani immerse nel vasetto della crema notte rigenerante viso o al mattino nell’ultra idratante sensitive, sappiate che malgrado i segni del tempo quando avrò a che fare con una ottima crema idratante mi sentirò sempre come una bambina golosa beccata con le mani nella marmellata, perché le creme Dermaplus sono cibo per la pelle.

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Ricevi gli ultimi articoli

Abbiamo una Newsletter

No SPAM, solo articoli interessanti