Frittelle di Carnevale: due ricette tradizionali per farcirle con uvetta o crema

Frittelle di Carnevale

Soltanto a scandire le parole Frittelle di Carnevale mi viene in mente il profumo che in questo periodo dell’anno entrava dalle finestre della mia casa di Padova, che si trovava vicino a una pasticceria.

Aprivo il vetro e arrivava da lontano l’aroma della croccantezza fuori e la morbidezza dentro di uno dei miei dolci preferiti, quelle palline soffici e golose che ancora oggi mangio una in fila all’altra per tutto il periodo della tradizione.

Le settimane del Carnevale sono allegria in sospensione, come quelle mascherine colorate e originali da appendere sul volto e che dovrebbero portare con sé solo il significato di gioia!

Frittelle di Carnevale: la tradizione veneta

Se il mondo le chiama frittelle, per il Veneto sono “fritoe venexiane”, l’antico dolce risalente addirittura al 1600. Sono del tutto simili alle frittelle di Carnevale e celebri per le infinite ricette e versioni.

Alcune contemplano nell’impasto solo uvetta e zucchero semolato o a velo sulla superficie, altre anche i pinoli, altre ancora la crema pasticcera o la zabaione o addirittura, le più gourmet, cioccolato e mele.

Tutti dovrebbero trascorrere qualche ora ai fornelli per preparare queste golosità, perché impastare e friggere con la ricetta Ubique porterà una ventata di brio nelle vostre case proprio come sanno fare i coriandoli nelle piazze delle città.

Vogliamo proporvi due ricette, per preparare sia le classiche frittole veneziane, sia quelle con la crema, due delizie tra le quali è impossibile scegliere!

Frittelle di Carnevale con uvetta: la ricetta della tradizione

Ingredienti

  • 250 g di farina 00
  • 125 ml di latte
  • 8 g di lievito di birra
  • 35 g di zucchero semolato
  • 1 uovo
  • 1 zest di limone (di un limone intero)
  • 100 g di uvetta sultanina
  • Olio di semi di arachide
  • Zucchero semolato di fine cottura q.b.

Preparazione

Ammollare l’uvetta in una ciotola di acqua tiepida al massimo per 5 muniti, quindi scolarla, asciugarla con carta assorbente e metterla da parte.

Intiepidire poco il latte, versarlo in bicchiere capiente o in una mug e sciogliere al suo interno il lievito di birra, girandolo con un cucchiaino da tè.

Quindi, aggiungere a latte e lievito sciolto due cucchiai della farina pesata per la ricetta, mescolare bene, coprire e lasciare riposare per circa 20 minuti

A lievitazione raggiunta, unire l’uovo intero, e solo a seguire lo zucchero, lo zest di limone e la farina 00 restante.

Dovrete ottenere un impasto omogeneo, morbido ma ben legato ed elastico.

A questo punto, aggiungere all’impasto anche l’uvetta mescolando nuovamente e lasciate riposare l’impasto coperto da un panno di cotone per circa un’ora.

Come friggere le frittelle di Carnevale tradizionali

Trascorsa l’ora, l’impasto sarà raddoppiato di volume e pronto per trasformarsi in frittelle!

Mettete a scaldare in una casseruola di diametro non eccessivamente grande e dai bordi alti l’olio di semi di arachidi.

Quando sarò caldo, oleate due cucchiaini e a piccole dosi di impasto andate a inserire in pentola e a friggere noci di impasto.

Se l’olio sarà della giusta temperatura, ben caldo ma non troppo per non bruciare le frittelle all’esterno e lasciarle crude all’interno, impiegherete circa 5/8 minuti a friggere le frittelle veneziane.

Toglietele, asciugatele e ancora calde giratele in un piatto fondo riempito di zucchero semolato.

Et voilà.

Frittelle di Carnevale ripiene: la ricetta con la crema pasticcera

Ingredienti

Per l’impasto

  • 50 gr di burro
  • 150 gr di farina 00
  • 50 gr di maizena
  • 50 gr di zucchero
  • 1 zest di limone (di un limone intero)
  • 4 uova
  • 250 ml di acqua
  • 1 pizzico di sale

Per la crema pasticcera

  • 500 ml di latte intero
  • 4 tuorli d’uovo
  • 100 gr di zucchero
  • 20 gr di farina 00
  • 30 gr di maizena
  • 1 baccello di vaniglia
  • Olio di semi di arachide
  • Zucchero a velo q.b.

Preparazione della crema

In una casseruola bollire il latte con il bacello di vaniglia, mentre in un recipiente unire e amalgamare con le fruste zucchero, uova e farina setacciata con la maizena.

Versare il composto in un altro tegame e versare il latte caldo, quindi accendere il fuoco e mescolare bene fino a che la crema non avrà raggiunto la giusta consistenza, quindi toglierla dal fuoco.

Prefazione dell’impasto

Scaldate l’acqua in un pentolino e portarla a bollore, quindi aggiungere il burro, un pizzico di sale, metà dello zucchero (50 gr) e lo zest di limone.

Levare dal fuoco e unire la farina e 50 g di amido di mais setacciati, mescolando con una spatola da cucina.

Rimettete sul fuoco e lasciar cuocere l’impasto fino a che non inizierà a staccarsi dai bordi.

Passare il tutto in una ciotola ampia e, sempre mescolando, unire le uova una alla volta, fino a ottenere un insieme colloso. Se avete la planetaria, usatela per questa operazione.

Mettete a scaldare in una casseruola di diametro non eccessivamente grande e dai bordi alti l’olio di semi di arachidi.

Quando sarò caldo, oleate due cucchiaini e a piccole dosi di impasto andate a inserirlo in pentola e a friggerlo.

Toglietele dall’olio, asciugatele e con una sac à poche precedentemente riempita di crema pasticcera, siringate e farcite le frittelle, quindi spolveratele di zucchero a velo.

Non chiedeteci varianti light o come fare le Frittelle di Carnevale al forno: quelle originali si mangiano fritte e non si cambia nemmeno un ingrediente!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Shopping Cart
Torna su