Il ruggine è tornato


Ci vogliono anni, a volte affinché un ricordo riemerga. Ci vuole un incrocio di sguardi alla fermata del tram, la scia di profumo che ci invade al passaggio di uno sconosciuto, il sapore antico di un passato di pomodori, il colore di una blusa di seta drappeggiata. Erano anni che attendevo il ruggine, lo attendevo senza neanche saperlo, attendevo che invadesse le passerelle, che si impadronisse delle pagine delle riviste di moda e poi delle vetrine dei negozi del centro. Attendevo che venisse a risvegliarmi il ricordo di un tempo lontano in cui l’avevamo amato in tante, conteso come un uomo serio e affascinante che non può concedersi a tutte. Adesso è tornato, e chi l’aveva amato allora saprà amarlo nuovamente nonostante qualche ruga intorno agli occhi e quell’allure sempre sfuggente.

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter