Ingabbiata




Né recinto, né voliera, né pollaio, né casa di reclusione.
Non permetterò mai a nessuno di impriogionare la mia anima, le mie idee o le mie mani.

Potrò prendere in considerazione un’unica eccezione:
una gabbia di crinolina dai fianchi alle caviglie… un’austera rete sulle spalle al massimo…

Ma sia chiaro: solo per poche ore… il tempo fugace di un cocktail in piedi.


Immagini da:
Hexagons.tumblr.com
Lecatwalk.tumblr.com
Lostinourdream.tumblr.com

27 commenti su “Ingabbiata”

  1. mi piace tantissimo quello che hai scritto!! qualche volta mi affascina l’idea li pensare a quelle donne (1800) che avevo quel volume alla gonna haha! non erano male pero’!! questo e’ quello che mi ricordano queste foto! la prima foto e’ la mia preferita 🙂

    jos xx

  2. Hai perfettamente ragione Eva,la libertà viene prima di tutto!Però una di quelle belle gabbie di crinoline alla Francese tutte fiocchi , merletti e storia mi fanno morire!ahahaha che belle!!
    Baci

  3. TESORA!!!

    Concordo con tutte…in “primis” la libertà!

    Sbaglio o la terza foto fine dal Castello di Strassoldo…Udine?

    Magari mi sbaglio…ma gli allestimenti…sono quelli! Kisses…NI

  4. Però così per provare ci farei un giro,anche se effettivamente non hanno l’aria di essere proprio comode 😉

  5. Che belli questi cage dresses, sono così poetici! In effetti però mi sono sempre chiesta come si fa a indossarli… ci si può sedere??

I commenti sono chiusi.

Shopping Cart
Torna su