Pizza gourmet: come prepararla a casa con ingredienti esclusivi e il forno giusto

pizza gourmet

Pizza, pasta e mandolino, certo, ma se vogliamo precisare è meglio dire pizza gourmet sempre più sorprendente e buona come quella che ci preparava un pizzaiolo-chef nella nostra pizzeria del cuore.

A guardarci indietro, nell’ultimo anno, la seconda cosa che abbiamo fatto a casa, dopo starci dentro 24 ore su 24, è stata la pizza, espressione dell’italianità più vera, buona e autentica.

Se è vero che il Covid ci sta lasciando in eredità l’abitudine di ordinare una cena delivery, è vero anche che la fragranza di una pizza ricercata che passa direttamente dal forno al piatto rimane quasi tutta nel cartone quando ne ordiniamo una da asporto.

Infatti, se sushi, hamburger e poké ben tollerano un viaggio senza perdere freschezza, lo stesso non si può dire per il mondo del carboidrato.

Ecco, allora, che di necessità virtù, e che gli italiani, da popolo della pizza perfetta nel piatto, si sono trasformati giorno dopo giorno in popolo della pizza perfetta nel forno.

Negli ultimi 12 mesi, abbiamo testato almeno una ricetta alla settimana, raffinato i condimenti e fatto diventare sempre più professionale lo step fondamentale della cottura.

Pizza gourmet a casa: scegliere gli ingredienti giusti e il migliore mezzo di cottura

Fosse solo una Margherita, ma deve essere Regina.

Mozzarella filante, pasta ben lievitata croccante fuori e morbida dentro, cottura omogenea tra il fondo e la superficie, gusti della tradizione ma anche un mix and match degno di una cucina stellata: purché sia davvero buona e cotta bene.

Quante volte avete sfornato teglie di pizza preparate con tutto il vostro amore ma non soddisfacenti?

Eppure, avete prestato la massima cura alla lievitazione, il consueto forno di casa era a temperatura e il pomodoro spennellato sulla pasta in quantità perfette.

Quali sono davvero i 5 segreti fondamentali per preparare nella vostra cucina una pizza gourmet e cotta al punto giusto?

1. La mozzarella deve essere sufficientemente sgocciolata

Sia che condirete la vostra pizza con una mozzarella acquistata al supermercato, sia che opterete per una bufala appena fatta, ricordatevi sempre che la mozzarella deve essere adagiata sulla pasta il più possibile sgocciolata, pena una pizza annacquata o che non lievita perché troppo pesante.

La mozzarella tagliata e messa direttamente al centro solo se la aggiungerete a crudo, quindi a fine cottura.

2. Seguire una ricetta per un impasto sufficientemente idratato

Le proporzioni farina/lievito/acqua e i tempi di riposo sono la chiave di un impasto per pizza fatta in casa idratato ma non troppo, asciutto ma non secco. Noi di Ubique suggeriamo qui di seguito la ricetta pizza napoletana perfetta, da seguire passo dopo passo.

3. Scegliere ingredienti genuini e di stagione

Per una pizza davvero buona, servono ingredienti buonissimi, preferibilmente di stagione, freschissimi e coltivati con tecniche salubri.

Lasciatevi guidare dalla vostra golosità e mixate sapori, sperimentate abbinamenti proprio come fate quando si tratta del condimento di una pasta.

Non esiste nulla che possa dirsi gourmet che non sia anche originale!

4. Non abusare della salsa di pomodoro che bagna troppo la pasta

Alla pari della mozzarella, attenzione anche alla salsa, topping che noi prepariamo a parte già salato ed esaltato dall’origano. Per una farcitura davvero gustosa, suggeriamo di realizzare il topping il giorno prima e lasciarlo macerare ben coperto in frigorifero.

Stendere il pomodoro sulla pasta non vuol dire inondarla, ma condirla. Un velo che è più di un velo e meno di una copertura, da stendere con un cucchiaio attraverso movimenti circolari.

5. Assicurarsi di cuocerla in un forno capace di raggiungere elevate temperature

Le ragazze Ubique lo sanno: senza il calore le cose non riescono!

Far cuocere la pizza nel forno sbagliato vanificherà tutti i 4 punti precedenti, perché la pasta non ultimerà l’ultimo step della lievitazione, vale a dire la cottura alla temperatura necessaria.

Pizza gourmet: dove cuocerla?

I classici forni di casa, si sa, non superano i 250°C che purtroppo non bastano per sfornare pizze professionali, perché resteranno infornate troppo a lungo, rischiando addirittura di diventare eccessivamente dure.

Per qualsiasi nostra pizza gourmet, noi utilizziamo PIZZA MAKER, il forno elettrico per pizza di Ikhos che prepara le pizze in soli 6 minuti, consegnandocele perfette grazie ad una base in pietra refrattaria antiaderente e removibile.

I nostri forni sono dotati di un termostato regolabile che controlla due resistenze in grado di raggiungere più di 350°C in 5 livelli di potenza e cuociono così la pizza in modo uniforme sia in pasta sottile che soffice.

Inoltre, il forno Ikhos è stato ideato con un design all’avanguardia, ispirato ai forni in pietra, con doppia finestra in vetro resistente al calore per osservare e controllare il grado di cottura, ed è molto semplice da pulire.

Bello, Pratico, Esperienziale.

Pizza gourmet: 4 gusti trendy da portare in tavola

Dopo aver assaporato e preparato le pizze della tradizione in lungo e in largo, lo staff Ubique si è cimentato nell’ultimo anno con abbinamenti inconsueti e capaci di stupire il palato.

Pizza con melanzane, pomodorini di Pachino, provola di Agerola e basilico fresco è la prima scelta gourmet di Adele; indivia riccia, olive di Gaeta e capperi sono invece il condimento della seconda.

Due pizze dal sapore mediterraneo, eccellenti sia in estate, sia in inverno con ingredienti tutti made in Italy.

Eva ha invece preparato una pizza con pomodorini secchi pugliesi, burrata di Andria e olio EVO al basilico e una con cipolle rosse caramellate e lardo a fine cottura.

Anche queste, due abbinate che strizzano l’occhio all’esclusività delle materie prime, semplici da rinvenire ma speciali per la qualità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Shopping Cart
Torna su