Risveglio

Mi sveglio perché ho smesso di dormire. Non c’è sveglia o rumore assordante a ricordarmi che è il momento di reagire.

Il cinguettio timido degli uccellini e un raggio di sole che penetra dalla finestra mi trasmettono un aria di festa.

Pagherei per un caffè ristretto.
Mi stiracchio, sbadiglio, scendo a piedi nudi dal letto.

Attraverso un percorso ad ostacoli arrivo alla cucina.
La macchinetta del caffè è sporca da ieri mattina.

Tornerò a letto. Aspetterò che mio marito si alzi e prepari il caffè.
Arrivo in camera, ma lui non c’è.

Mi chiama da sotto la doccia : “Sei già pronta?”
Sento la rabbia che mi monta .

“Non sono pronta per niente che tu abbia in mente”.
“Oggi si torna a lavoro, ci aspetta quel cliente”.

photos: Linnea Pihl by Rickard Sund for Costume decembre 2010 via FGR

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Ricevi gli ultimi articoli

Abbiamo una Newsletter

No SPAM, solo articoli interessanti