Risveglio

Mi sveglio perché ho smesso di dormire. Non c’è sveglia o rumore assordante a ricordarmi che è il momento di reagire.

Il cinguettio timido degli uccellini e un raggio di sole che penetra dalla finestra mi trasmettono un aria di festa.

Pagherei per un caffè ristretto.
Mi stiracchio, sbadiglio, scendo a piedi nudi dal letto.

Attraverso un percorso ad ostacoli arrivo alla cucina.
La macchinetta del caffè è sporca da ieri mattina.

Tornerò a letto. Aspetterò che mio marito si alzi e prepari il caffè.
Arrivo in camera, ma lui non c’è.

Mi chiama da sotto la doccia : “Sei già pronta?”
Sento la rabbia che mi monta .

“Non sono pronta per niente che tu abbia in mente”.
“Oggi si torna a lavoro, ci aspetta quel cliente”.

photos: Linnea Pihl by Rickard Sund for Costume decembre 2010 via FGR

16 commenti su “Risveglio”

  1. Si torna a lavoro e sento già la mancanza della dolce indolenza natalizia ; la frase “Non sono pronta per niente che tu abbia in mente” mi fa morire dal ridere,brava!Complimenti per le rime sono carinissime!!
    Baciiiii sonnacchiosiiii

  2. sono appena le 7 di domenica mattina…giusto, ci vuole un caffè… buongiorno Ady!
    io non rientro a lavoro, ma devo ancora disfare le valigie e lavare tutto…
    {alla fine ce l’ho fatta a scappare in montagna, solo per 4 giorni…}

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Shopping Cart
Torna su