Sospesi a mezz’aria

“Ogni cosa a suo posto”, diceva la nonna, quando al termine di un pomeriggio di giochi ci esortava a riordinare la stanza. Io restavo ancora un pò imbambolata, sospesa a mezz’aria nel mondo della fantasia insieme alle mie bambole coi loro abiti da sogno. “Tutto a posto”,  ribadiva la nonna  “…e i sogni mettili in un cassetto”. Ed io tornavo con i piedi per terra , e crescevo credendo che il posto per i sogni fosse un angusto cassettino, quello del comò della stanza da letto della mia nonna. Solo più tardi ho compreso che i sogni hanno bisogno di respirare, di godere della luce del giorno. I sogni hanno bisogno di una gruccia per restare sospesi a mezz’aria. I sogni non possono finire coi piedi per terra.

photos: dressdesingdecor , simplyseductive, everithinfab,stylemepretty.

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter