Stagioni a braccetto




L’accostamento è indicato nei giorni di umore bianco, condotto però da passo nero.
Per mattini in scia dispettosa di grafite 0,5 su carta piana e pomeriggi diluiti in minuti di luce in crescita, dentro a mesi talmente impazienti di sbocciare da non raggiungere il 30.

Sono previsti il lancio delle calze, il nascondiglio del calzino, il caos delle vesti e la splamata sulle gambe di un filo di coraggio per sfidare un freddo che, perlomeno, sembra essere un po’ meno freddo.

Ai piedi, ancore in fosco cuoio, ben sellate sul trono del pavimento, corvi che guardano dal basso verso rondini dal petto bianco troppo prematuro, scialuppe leggere che volano alte, dal ginocchio in su.

Che meraviglia il disaccordo del sentire, del vestire, del finto intiepidire.
Praticamente un terzo stile.

Per votare Ubique Chic a “Blogger we want you” indetto da Grazia,
è possibile dare la propria preferenza QUI, cliccando sul cuore. 

Nella quinta immagine Marcella di Sfizi e Sfarzi Moda,
amica blogger ironica, onirica e gran buongustaia di stile.





Immagini da:
Jongenandmeisje.tumblr.com
Perricatherine.tumblr.com
Thegiftsoflife.tumblr.com

22 commenti su “Stagioni a braccetto”

  1. Questo terzo stile come lo chiami tu a me fa impazzire e direi che sono abbastanza fortunata visto che abito in Puglia, ma mi sono fatte mille domande su come facessero l’anno scorso a Berlino con temp. -15 ragazze senza calze con ballerine ai piedi mah ….Bacione Marcella

  2. Ciao Eva! Piace molto anche a me questo stile e non vedo l’ora faccia più caldo per indossarlo!:) Che belle immagini!! Un bacio e buon fine settimana cara!:*

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su