Una mano di bianco


tumblr_mnb170hcDj1qboc52o1_1280 copiabitumblr_mmlr9egoCB1rqcc4bo1_1280 copiawhite-paint copiaanya-kazakova-by-erick-basilio-for-fashion-gone-rogue-may-2011-white-noise-02 copiatumblr_mcty1ekTp11rrldqbo1_1280 copiatumblr_mafsznC5f11r0tx3to1_500 copiaWhiteBodyPaint-Overhead copia

La tinteggiatura delle pareti del nostro primo appartamento in affitto, quella mano di bianco rigorosamente a rullo che lava via le tracce di quanti ci hanno preceduto, è da lì che ha inizio per molti il prorio periodo bianco.
Poi, la spasmodica ricerca di oggetti di design per la nostra prima vera casa. La lotta coniugale tra il bianco femmineo e l’invadenza del colore, generalmente appannaggio maschile. La conquista di una parete della sala per quella tela, così simile ad un Cretto di Burri, di quel nostro vecchio amico. Quel quadro che a pensarci adesso forse non esprimeva talento, ma che di sicuro esprimeva amore.

E quante non avessero ancora avuto il proprio periodo bianco, si preparino a viverlo intensamente. Puro e opaco come calce, passa per il make up, si attacca come stucco sulle borse più cool.
Matto, privo di riverberi e opalescenze, spennella le unghie di mani abbronzate civettando con il bikini più seducente. Rinfresca le sere più calde in un total look decisamente monocromatico. È assoluto, è coprente, è lunare come colei che lo sfoggia, sicura di ecclissare chiunque altra.

tumblr_mjb1tmMHJF1qj7piio1_r1_1280 copiatumblr_m3z4baQINm1r1dcylo1_1280 copiatumblr_ma1g7mOsaA1r0tx3to1_500 copiaThe_White_Album.svg

immagini via: fashione gone rogue, colo-r.tumblr.com,elemenop.tumblr.com

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Ricevi gli ultimi articoli

Abbiamo una Newsletter

No SPAM, solo articoli interessanti